2016

don

 

Betlemme: Casa del Pane Casa di Pace

La Provincia Salesiana del Medio Oriente MOR e, nello specifico, la Comunità salesiana di Betlemme sono gli autori dell’intervento cui si darà supporto con il Concerto di Natale 2016 attraverso la Fondazione DON BOSCO NEL MONDO.

Gli obiettivi generali del progetto sono la sicurezza alimentare e il diritto all’istruzione per le famiglie e i giovani più disagiati nel Distretto di Betlemme. L’obiettivo specifico è quello di garantire l’accesso all’assistenza alimentare e ai percorsi educativi offerti dal forno salesiano e dalla Scuola Tecnica Salesiana alle famiglie e ai giovani di Betlemme in maggiore difficoltà socio-economica.

I beneficiari diretti sono circa 150 famiglie (450 persone) residenti nell’area del Distretto di Betlemme bisognose di aiuto alimentare quotidiano; circa 100 bambini orfani o con disabilità ospitati presso le strutture della “Crèche” (asilo-nido) delle Suore della Carità di Betlemme e presso la struttura “Effetà Paolo VI” di Betlemme e circa 30 ragazzi e giovani che riceveranno borse di studio per i corsi della Scuola Tecnica Salesiana.

Betlemme, capoluogo dell’omonimo Governatorato, è una delle principali città della Cisgiordania. La popolazione del Governatorato si aggira intorno alle 180.000 persone, mentre la sola città di Betlemme conta intorno ai 30.000 abitanti. L’instabilità politica che caratterizza l’area ha prodotto nel tempo effetti negativi generalizzati in ambito sociale ed economico. Essi si manifestano nella persistenza di ampie sacche di povertà, di disoccupazione e di disagio sociale. Condizioni di questo tipo forzano i nuclei in situazione di maggiore vulnerabilità a cambiare le proprie abitudini alimentari. Circa il 35% dei residenti nel Governatorato di Betlemme riduce consumo e spesa di cibo, soprattutto di pane, la cui materia prima risulta molto cara, per far fronte ai momenti più difficili, con drammatiche conseguenze dal punto di vista nutrizionale.

Il progetto mira al raggiungimento di due risultati: migliorare del 30% la capacità produttiva del forno (attualmente 3.000 forme di pane) rendendo più efficiente ed efficace l’organizzazione di produzione e di distribuzione del pane del Forno Salesiano a vantaggio delle famiglie povere di Betlemme; aumentare le possibilità dei giovani più svantaggiati di accedere ai corsi di studio e di formazione della Scuola Tecnica Salesiana mediante l’attribuzione di borse di studio e sussidi allo studio per i giovani in particolare necessità e il loro inserimento in percorsi di supporto psico-sociale.